SUD EUROPA
10 cose da fare a Oia, Santorini
8 January 2016
1
, , ,
Oia e’ uno di quei luoghi incantevoli che pensavo esistessero solo nei film o sulle cartoline.

Ma non appena me lo sono finalmente ritrovato davanti agli occhi (che nel frattempo si erano trasformati in due cuoricini!) ho capito che la realta’ superava di gran lunga l’immaginazione e che dirgli addio sarebbe stato difficilissimo.

Sara’ che e’ una citta’ unica nel suo genere, interamente edificata sul bordo della caldera, nel punto piu’ elevato a nord dell’isola, offrendo panorami dal fascino senza tempo.

Sara’ che giungendo dal mare sembra quasi di approcciare una montagna innevata, grazie alla moltitudine di casette, chiese e mulini a vento dai muri bianchissimi posti lungo tutto il pendio, in netto contrasto con il colore scuro del suolo vulcanico e il blu intenso del mare tutto attorno.

Sara’ forse per i tramonti dorati famosi in tutto il mondo, in grado di rendere romantico qualsiasi momento.

O sara’ quella sensazione di tranquillita’ generata dal perfetto equilibrio tra turismo e autenticita’ e la chiara percezione che tutto sia al suo posto, esattamente come dovrebbe essere.

Probabilmente potrei parlarvi per ore del perche’ mi sono innamorata di questo angolino di Grecia, ma credo che il modo migliore per scoprire l’animo di una citta’ sia viverla, quindi ecco a voi le 10 cose da fare a Oia.

VISITARE LA BAIA DI AMMOUDI

Il vecchio porto di Ammoudi si trova proprio ai piedi di Oia ed e’ raggiungibile a piedi lungo una scalinata panoramica di circa 200 gradini.
Vi si trovano numerose taverne tradizionali in cui viene servito pesce freschissimo, oltre alle specialita’ locali e dove vale la pena di pranzare. Proseguendo lungo l’unica stradina presente si giunge ad una caletta nascosta di fronte alla quale si trova un’alta scogliera da cui e’ possibile tuffarsi nel mare verde smeraldo.

DEGUSTAZIONE DI VINI LOCALI

Alcuni dei piu’ antichi vigneti del mondo si trovano proprio a Santorini e da grande appassionata di vino quale sono non potevo perdere l’occasione di fare visita alle cantine tradizionali dell’isola e degustare i migliori vini locali.
Una delle piu’ importanti si trova a Oia, nella periferia della cittadina, immersa nel verde dei suoi vigneti: Domaine Sigalas.
Qui e’ possibile prenotare una visita guidata per le vigne, scoprire come si producono i vini autoctoni e assaporare i prodotti di punta, accompagnati da assaggi di olive, formaggi e ortaggi tipici.

AMMIRARE IL TRAMONTO DALLA FORTEZZA VENEZIANA

Oia deve parte della sua fama mondiale alla posizione privilegiata di cui gode per ammirare il tramonto.
Tenete presente che da maggio a settembre troverete sempre moltissime persone accorse da ogni parte dell’isola (e dalle navi da crociera attraccate al porto di Fira) per assistervi. Dovrete quindi arrivare almeno un’ora prima per trovare un posto confortevole in cui sistemarvi.
Il luogo migliore e’ sicuramente la fortezza veneziana di Londsa (nella foto qui sotto), eretta nel punto piu’ alto di Oia, con una vista a 360 gradi, ma qualsiasi parte del paese rivolta a ovest andra’ benissimo.

CENARE AFFACCIATI SULLA CALDERA

Nessun viaggio a Oia e’ completo senza aver cenato almeno una volta in uno dei numerosissimi ristoranti che offrono una vista da sogno sulla caldera.
La scelta e’ davvero ampia, ma dopo averne provati alcuni posso senza dubbio consigliare il Floga Restaurant, che offre un menu’ davvero delizioso, con piatti tipici dell’isola, ingredienti freschissimi, cocktails fumanti e tanta fantasia, a prezzi relativamente accessibili (Santorini non fa sicuramente parte delle mete low cost). I tavolini rischiarati dalle tenui luci delle candele si trovano su una terrazza proprio a bordo della caldera. Il mio consiglio e’ di andarci presto, magari subito dopo aver assistito al tramonto, quando ancora i colori rosei del crepuscolo lasciano scorgere i profili del vulcano e dell’intera Oia.
In generale, in alta stagione, ricordate di prenotare il vostro tavolo con qualche giorno di anticipo, altrimenti rischierete di non trovare posto.

COMPRARE UN LIBRO ALL’ATLANTIS BOOKSTORE

Annoverata tra le librerie piu’ belle al mondo, l’Atlantis Bookstore e’ decisamente il mio posto del cuore a Oia. Si trova proprio in centro e offre una gamma originalissima di libri e volumi antichi e rari, oltre ad una discreta quantita’ di gattoni sonnecchiosi e una bella terrazza al piano di sopra con una vista incantevole. Per maggiori info vi rimando al mio articolo a riguardo.

CERCARE TUTTE LE CHIESE E FOTOGRAFARLE

Nella sola Oia si trovano ben 79 chiese..tutte da favola naturalmente, come le altre disseminate per l’isola, con la tipica cupolona blu, la muratura chiara e le piccole campane sulla sommita’.
La quasi totalita’ degli edifici religiosi presenti e’ di origine ortodossa, con aperture straordinarie soltanto in occasioni di festivita’ religiose.
Le principali del paese sono: la Chiesa di Panagia (spesso aperta e posizionata nella piazzetta subito dopo l’inizio della zona pedonale), di Anastasis (nel lato ovest del paese, a strapiombo sul mare e caratterizzata da una triplice campana di colore arancio) e di San Giorgio (prima dell’area pedonale e di colore giallognolo). Ma vi bastera’ fare una passeggiata per trovarne molte altre che non aspettano altro che essere fotografate!

PERDERSI PER LE SUE VIE

Davvero, per visitare a fondo Oia non serve alcuna mappa. E’ piuttosto piccolo ed e’ molto facile orientarsi.
Una volta entrati nella zona interdetta alle auto, procedete lungo la strada pavimentata che termina dopo circa un chilometro, diramandosi poi in stradine secondarie che si inerpicano su per la collina o giu’ verso il mare.
Lasciatevi guidare dall’istinto, non esiste un percorso consigliato, perche’ vi assicuro che ad ogni angolo troverete scorci meravigliosi, chiesette nascoste, gallerie d’arte e negozietti di artigianato locale.

DORMIRE IN UN HOTEL DI LUSSO

Soggiornare in uno dei numerosi hotel a 5 stelle e’ il regalo migliore che possiate farvi, portafoglio permettendo!
Tutti i resort di lusso sono ricavati da abitazioni tipiche, restaurate e trasformate in hotel e spa.
La vista spettacolare sulla caldera, godibile dalla piscina o dalle terrazze a picco sul mare e la vicinanza inusuale con il vulcano li rendono dei luoghi unici in cui dormire, oltre a luoghi perfetti per ammirare il tramonto senza confusione.

FARE TREKKING FINO A FIRA

Oia e’ il punto di partenza (o di arrivo) del percorso panoramico di circa 10 km che si snoda lungo tutto il bordo della caldera e che collega il paese alla capitale di Santorini: Fira.
Inutile dire che i panorami tolgono il fiato!
Troverete maggiori dettagli su come organizzare il trekking nel mio articolo.

SCOPRIRE FINIKIA

Ad una decina di minuti a piedi da Oia si trova il pittoresco villaggio di Finikia, un labirinto di silenziose stradine, circondato da ettari di vigneti. Una piccola oasi di tranquillita’ in cui si incontrano pochissimi turisti e molti locali alle prese con la propria quotidianita’, oltre a numerosi muli (unico “mezzo di trasporto” consentito all’interno del paese).
Io ho deciso di soggiornare proprio qui, presso una delle tradizionali casette bianche del Georgis Apartment. Il Sig. Georgis e’ stato talmente gentile da venire a prendermi gratuitamente in aeroporto nel cuore della notte, mentre le colazioni preparate da sua moglie Tanjia sono tra le migliori che ricordi! I prezzi sono molto competitivi e nettamente piu’ bassi rispetto alla media di Oia.

Qui sotto la mappa di Oia con tutti i luoghi segnalati in questo articolo.

Happy is the man, I thought, who, before dying, has the good fortune to sail the Aegean Sea.

(Nikos Kazantzakis)

About author

Leggi anche

Il labirinto della Masone di FMR e la promessa a Borges

Continua a leggere

East Market Milano. Il mercatino vintage dal sapore british

Continua a leggere

Atlantis Bookstore. ll mio posto del cuore a Oia

Continua a leggere

There is 1 comment

  • sabrina says:

    Che foto incantevoli! Molti amici sono partiti alla volta della Grecia questa estate e sono tornati tutti molto contenti e soddisfatti. Spero sarò la prossima 🙂

  • Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *